Su Facebook le dimensioni contano!

Su Facebook le dimensioni contanoEbbene sì, su Facebook le dimensioni contano.

Sto parlando della dimensioni delle immagini! Che avevate capito? 😎

Ecco un’infografica molto utile da tenere sotto mano, pubblicata da Techwyse, che riassume le dimensioni ottimali che dovrebbero avere le immagini che pubblichiamo in Facebook per evitare che vengano tagliate o rovinate, e perché appaiano correttamente come volevamo noi.

Dalla cover image alle immagini allegate ai post, dalle pagine eventi agli ads, rispettando le dimensioni indicate nell’infografica le immagini e le miniature appariranno meglio e quindi saranno più efficaci.

L’infografica ricorda, inoltre, che nelle immagini degli annunci pubblicitari (ads) il testo non può superare il 20%, altrimenti l’annuncio non sarà approvato.

…tutto questo per lo meno finché Facebook non cambierà di nuovo i layout e le impostazioni!

(cliccare sull’immagine per ingrandire)
Facebook Cheat Sheet: Image Size and Dimensions UPDATED!

Annunci

Consigli e suggerimenti operativi su prezi…

Consigli utili su preziUltimamente sto lavorando molto con prezi, collaborando ed aiutando a creare presentazioni per diversi clienti.

Dall’esperienza, mi vengono alcuni consigli utili generali per chiunque stia utilizzando questo fantastico strumento online, o si accinga farlo, soprattutto se in ambito professionale ed aziendale:

  1. sapere prima di iniziare (se possibile) se la presentazione verrà proiettata su schermo 4:3 o 16:9 perché così si impostano da subito le proporzioni corrette di inquadrature, frame, la disposizione ottimale di oggetti e animazioni (credetemi, risistemare tutto una volta completata la presentazione è un lavoraccio immane e frustrante!)
  2. salvare spesso la presentazione su cui si sta lavorando, anche se prezi salva in automatico ogni 10 minuti (prezi non è stabilissimissimo ed è pur sempre un tool online, per cui evitiamo di perdere all’improvviso la presentazione cui stavamo lavorando o le ultime faticate animazioni perché all’improvviso shockwave o flash vanno in crash o salta la connessione Internet…)
  3. le animazioni vanno fatte come ultima cosa soprattutto se si sovrappongono pesantemente al path (se applichiamo un’animazione ad un oggetto – e ancora peggio se si tratta di un gruppo – e poi cerchiamo di aggiungere al path un singolo pezzo già animato, sarà impossibile!)
  4. se si vuole animare qualcosa, semplice o complesso che sia, questo qualcosa deve stare INTERAMENTE dentro al frame di riferimento, altrimenti non riusciamo
  5. CTRL+D è probabilmente la scorciatoia da tastiera più utile: duplica l’elemento, qualunque esso sia (testo, immagine, frame, grafico, freccia…)
  6. lo strumento “my collection” è molto utile per replicare elementi (anche complessi, nel senso di fatti di molti elementi separati) tra diverse presentazioni senza doverli ri-creare da zero
  7. personalmente continuo a preferire di non usare prezi desktop per poi uploadare su prezi.com la presentazione, e lavoro direttamente online (ma questo è sicuramente sindacabile 🙂 🙂 🙂 )

 

Inoltre, se l’obiettivo alla fine è di scaricare in locale la presentazione perché vogliamo (o dobbiamo) usarla offline, aggiungo anche che:

  1. attenzione in generale a creare presentazioni troppo pesanti (come Mb), complesse e articolate
  2. attenzione ad avere troppe immagini molto pesanti inserite in presentazione: se abbiamo tante immagini sopra i 3-5mb l’una tende a incasinarsi (e a non funzionare!) il file zip con la presentazione
  3. a maggior ragione attenzione ai video troppo pesanti inseriti in presentazione (e qui parlo dei video uploadati direttamente su prezi, quelli embeddati da youtube non contano)
  4. e a proposito di video embeddati da youtube ricordarsi che se li usiamo, per vederli è per forza necessaria la connessione internet !

Qualcuno usa Magisto?

MagistoQualcuno ha provato a usare Magisto (http://www.magisto.com/) ?

Ho ricevuto l’invito a registarmi e l’ho fatto, ma… al di là del “will magically turn your videos into short, fun clips” e del video di esempio, il sito non dice molto altro senza provare a caricare un video, e non ho ben capito come funzioni (ossia come scelga le parti “migliori” di un video) e se effettivamente il risultato “vale la pena” 🙂

Se qualcuno lo usa già, ha degli esempi da mostra, ha voglia di condividere le sue opinioni qui… ne sarei contento.

Gli splendidi video di RSAnimate in Youtube

Logo RSAnimateBreve post: quanto mi piacciono i video di RSAnimate su YouTube! (http://www.youtube.com/user/theRSAorg)

Geniali!

Anzitutto complimenti ai disegnatori, ma anche all’idea di spiegare – illustrando quasi “a fumetti” – concetti e temi di notevole spessore: semantica e linguistica, istruzione e paradigmi, motivazione e psicologia, solo per citarne alcuni fra gli ultimi video pubblicati. Davvero un modo diverso e originale di usare i video.
Questo è un altro esempio sul rapporto tra Internet, Liberta e Democrazia:


Da vedere questi video di RSAnimate …e da prendere ispirazione per “come usare YouTube per la propria attività senza essere banali” (dubbio amletico di tante campagne di social media marketing) !

Web 2.0: il nuovo modello aziendale

Insieme alla collega e amica Claudia Zarabara, qualche tempo abbiamo realizzato per Fondazione CUOA questo video per introdurre il tema “Web 2.0, il nuovo modello aziendale: