3 funzioni avanzate di Prezi che forse non conoscevi, 2/3: raggruppare insieme più oggetti

come raggruppare insieme elementi in preziSecondo post della serie “funzioni avanzate di Prezi“: raggruppare insieme più oggetti all’interno di una presentazione.

Come in PowerPoint e in altri software di grafica, anche in Prezi è possibile raggruppare più oggetti in modo da gestirli unitariamente. Ad esempio potremmo avere bisogno di:

  • spostare più oggetti insieme, mantenendone invariato il rapporto, gli spazi e le relazioni tra loro
  • far apparire, con un’animazione fade-in, più oggetti in un unico click
  • ingrandire o rimpicciolire un insieme di oggetti, mantenendo le proporzioni

Per raggruppare gli oggetti in Prezi (e con oggetti intendo qualunque elemento che abbiamo inserito in una presentazione: testo, immagini, video, frecce, linee, elementi e simboli grafici, cornici….), abbiamo due strade:

  1. selezionare il primo elemento da raggruppare e poi cliccare sugli altri tenendo premuto il tasto SHIFT o CTRL (uno o l’altro, è indifferente)
  2. disegnare sopra l’insieme degli oggetti da raggruppare un riquadro di selezione che li contenga tutti

Vediamo con qualche immagine esplicativa le due possibilità.
Supponiamo di voler unire in un unico gruppo i 3 elementi nell’immagine qui sotto: il rettangolo rosso, la linea curva, la scritta “elemento da raggruppare”:

Esempio raggruppa oggetti in Prezi

Metodo 1: selezione ad uno ad uno degli oggetti

  1. Faccio click sul rettangolo rosso
  2. Tenendo premuto il tasto SHIFT, faccio click sulla linea curva
  3. Come si vede, cambia il riquadro di selezione, che ora include i due elementi
  4. Tenendo premuto il tasto SHIFT, clicco sul box di testo
  5. Di nuovo, cambia il riquadro di selezione, a conferma che sta considerando i 3 elementi
  6. Clicco su “Raggruppa”: da adesso i 3 elementi risultano uniti in un unico gruppo. Per separarli, basta cliccare su “Separa”

Clicca sulle immagini qui sotto per ingrandire

 

Metodo 2: riquadro di selezione sopra gli elementi da unire

Più rapido del primo, ma funziona solo se gli elementi sono vicini fra loro e se in mezzo non c’è qualcosa da “saltare”:

  1. Mi porto con il puntatore nell’angolo in alto a sinistra, subito fuori dagli elementi che voglio raggruppare
  2. Con il tasto SHIFT premuto, clicco e, tenendo premuto il tasto del mouse, trascino verso l’angolo in basso a destra, disegnando un riquadro sopra agli elementi che voglio unire
  3. Clicco su “Raggruppa”

Clicca per ingrandire le immagini:

Tutto chiaro? Sembra complicato, ma se provate, vedrete che in realtà è abbastanza semplice.
E comunque, se serve aiuto con Prezi, scrivetemi!

 

Annunci

3 funzioni avanzate di Prezi che forse non conoscevi, 1/3: cambiare i colori di linee, frecce e forme

Cambiare i colori di linee e forme in PreziUsare Prezi non è complicato.
Certo, all’inizio bisogna prenderci mano, come con tutte le cose nuove; ma una volta presa confidenza con l’interfaccia e gli strumenti, creare una presentazione è abbastanza semplice.
…almeno tecnicamente: far sì che la presentazione sia anche efficace, interessante e utile per chi la visualizza è un altro paio di maniche!

Ci sono poi funzioni e strumenti avanzati, che spesso non sono conosciuti, e che invece consentono, volendo, di personalizzare e gestire in modo più preciso la propria presentazione Prezi.

Tre di queste funzioni (se avete bisogno di un consulente o di un formatore su Prezi, contattatemi!) sono:

Qui prendo in considerazione la prima di queste funzioni: come modificare i colori predefiniti di linee, frecce e oggetti grafici (nei prossimi giorni scriverò in dettaglio delle altre due).

Per strumenti come quelli indicati, ciascun template prevede 5 colori prestabiliti, ma è possibili modificarli.

Palette colori linee e forme in Prezi
Per modificare questi colori, occorre entrare nell’editor CSS di Prezi:

  • click su “Customize” nella barra grigia in alto
  • scorrere fino in fondo la barra di destra fino a cliccare su “Advanced…”
  • nella finestra che si apre, click in basso su “Use the Prezi CSS Editor

Come accedo all'editor CSS in Prezi

Apparirà una nuova finestra in alto a destra con codice simil-CSS (cioè è un css proprio di Prezi, non quello standard).

Linee e frecce condividono la stessa palette di colori; analogamente le diverse forme (rettangoli, cerchi, triangoli) condividono un’unica palette.

Linee e frecce
css line arrow in PreziCerchiamo line-arrow.style1line-arrow.style2 (fino a style5) per modificare la palette di linee e frecce (i colori vanno impostati in valori esadecimali RGB, tipo #FFFFFF):
color: indica il colore della linea e il colore del bordo esterno delle frecce
gradStartColor e gradEndColor si usano solo per le frecce per indicare il colore iniziale e finale (solo lefrecce possono avere un effetto gradiente con colore iniziale e finale diversi; per le linee normali non funziona, saranno sempre monocolore).

Forme (rettangoli, cerchi e triangoli)
css shape in PreziCerchiamo invece shape.style1shape.style2 etc…. per modificare i colori delle forme:
gradStartColor e gradEndColor sono i due valori da modificare. Sono due perché è possibile avere un effetto gradiente; StartColor è il colore del punto più in alto della forma, EndColor il colore del punto più in basso. Assegnando valori uguali alle due variabili, otterremo forme di colore uniforme.

Infine, per vedere le modifiche e controllare ci soddisfano possiamo cliccare su “apply“, anche senza uscire dall’editor.

Dallo stesso editor css si possono modificare molte altre impostazioni, come lo spessore delle linee, i font utilizzati, le caratteristiche dei frame etc…
Alla pagina https://prezi.com/support/article/creating/the-css-editor/ c’è la guida ufficiale all’editor css di Prezi.
Ottimo è anche un tutorial sull’editor css fatto a sua volta con Prezi: https://prezi.com/tzv6zjxciizj/prezi-css-code-like-a-champ-ambassador-edition/

 

 

 

Ecco come fare una presentazione aziendale in Prezi

Ottimo esempio presentazione preziIn un recente post nel blog di Prezi, si parla di alcune presentazioni create con Prezi dalla Fondazione Clinton per presentare la loro attività, la loro storia, i loro risultati.

Trovo che queste presentazioni siano fatte molto bene e meritano di essere citate come ottimi esempi di come creare presentazioni aziendali in Prezi che siano belle da vedere ed efficaci. Inoltre aiutano a capire come sfruttare al meglio e senza eccessi le possibilità offerte da Prezi.

Purtroppo qui in wordpress.com non è possibile (al momento) embeddare direttamente le presentazioni Prezi. Tutte e 4 le presentazioni citate nell’articolo meritano di essere viste per la loro qualità, ma invito a vedere in particolare queste due (cliccare sulle immagini per andare alle rispettive presentazioni su prezi.com):

Clinton Presidential Center History and ImpactsClinton Presidential Center
History and Impacts
Clinton School of Public ServiceClinton School of Public Service

Provo ad analizzarle e a spiegare perché le ritengo ottimi esempi da cui prendere spunto per le proprie presentazioni:

schema grafico (template) unitario tra le varie presentazioni: il template con le immagini a riquadri nello sfondo ritorna nelle quattro presentazioni e costituisce un elemento (molto semplice!) di unitarietà. E se non c’è una foto, c’è il riquadro blu o grigio: semplice, elegante, leggero
attento lavoro di grafica e con le fotografie: come qualità (niente foto sgranate) e come inquadrature (delle foto, intendo), anche spezzate in più riquadri e ricomposte dall’inquadratura di Prezi, come ad es. lo step 7 o lo step 10 di Public Service (ma ce ne sono diversi altri)
sviluppo lineare delle presentazioni, niente rotazioni, uso molto attento e logico dello zoom per entrare nei dettagli di un tema o per focalizzare un testo (ma senza zoom inutili o di puro effetto “wow”), e uso delle animazioni fade-in per raccontare un tema un po’ alla volta e guidare il pubblico nello scoprire il racconto
unico font, bianco su sfondo colorato: anche questo semplice, minimalista ma efficace
spostamenti fra step successivi della presentazione generalmente brevi e senza grandi salti e voli (che rischierebbero di creare nausea nel pubblico!)
attenzione molto precisa alla costruzione delle inquadrature negli step Prezi: il contorno bianco intorno alle foto di sfondo per dare l’idea di essere dentro ad un concetto, ad un tema, ed invece un contorno spezzato per dire che il tema continua (es. step 12 di History and Impacts)
– passaggi (tipo step 8 -> step 9 in Public Service, oppure 12 -> 13 -> 14 in History and Impacts) con elementi che rimangono comuni alle inquadrature in successione a rappresentare anche visivamente continuità e collegamento tra i concetti presentati

Insomma, niente “effetti speciali e colori ultravivaci” (come recitava la famosa pubblicità) ma efficacia, eleganza e semplicità.
Consiglio decisamente a chiunque stia pensando a come creare con Prezi la presentazione della propria azienda, organizzazione o istituzione di studiarsi le presentazioni della Fondazione Clinton, perché sono davvero degli ottimi esempi cui ispirarsi.

Se poi serve una mano a creare la presentazione, contattatemi!

 

Guida in italiano a prezi, luglio 2014

PreziHo appena aggiornato la mia guida gratuita in italiano a prezi, pubblicata in slideshare http://slidesha.re/prezi-ita (ora versione 7, luglio 2014)

I principali cambiamenti riguardano l’organizzazione dell’area di lavoro (come sono disposti gli strumenti, come ci si accede) e alcune novità sui frame.

Prezi e Google Sites

Google sitesDopo Joomla e WordPress stavolta vediamo come si può inserire una presentazione fatta con prezi in un sito basato su Google Sites.

Normalmente Google Sites è piuttosto pignolo quando si tratta di inserire codice proveniente da siti esterni e pone un sacco di limiti e complicazioni (vedi il caso del box Twitter).
Con prezi, invece, stranamente si tratta di un’operazione quasi immediata. Quasi. 🙂

Per inserire una presentazione prezi all’interno di un sito basato su Google Sites, la procedura è la seguente:Prezi

  • da prezi.com, ci si copia il codice embed della presentazione (lo si trova nella pagina della presentazione, sotto il riquadro di anteprima, cliccando su “embed”)
  • in Google Sites, si va nella pagina dove vogliamo far apparire la presentazione prezi e si passa in “modifica pagina
  • si clicca su <html> nella barra dei tasti grigia in testa al riquadro di modifica della pagina
  • si incolla il codice di embed preso da prezi nel punto della pagina dove si desidera inserire la presentazione
  • all’inizio del codice incollato (<iframe src="http://prezi.com/embed/...." ecc) è necessario cambiare http in https (questo perché, soprattutto se si usa Chrome per navigare, altrimenti può dare errore di sicurezza nella pagina e non visualizzare nulla)
  • a posto, basta salvare la pagina

Consigli e suggerimenti operativi su prezi…

Consigli utili su preziUltimamente sto lavorando molto con prezi, collaborando ed aiutando a creare presentazioni per diversi clienti.

Dall’esperienza, mi vengono alcuni consigli utili generali per chiunque stia utilizzando questo fantastico strumento online, o si accinga farlo, soprattutto se in ambito professionale ed aziendale:

  1. sapere prima di iniziare (se possibile) se la presentazione verrà proiettata su schermo 4:3 o 16:9 perché così si impostano da subito le proporzioni corrette di inquadrature, frame, la disposizione ottimale di oggetti e animazioni (credetemi, risistemare tutto una volta completata la presentazione è un lavoraccio immane e frustrante!)
  2. salvare spesso la presentazione su cui si sta lavorando, anche se prezi salva in automatico ogni 10 minuti (prezi non è stabilissimissimo ed è pur sempre un tool online, per cui evitiamo di perdere all’improvviso la presentazione cui stavamo lavorando o le ultime faticate animazioni perché all’improvviso shockwave o flash vanno in crash o salta la connessione Internet…)
  3. le animazioni vanno fatte come ultima cosa soprattutto se si sovrappongono pesantemente al path (se applichiamo un’animazione ad un oggetto – e ancora peggio se si tratta di un gruppo – e poi cerchiamo di aggiungere al path un singolo pezzo già animato, sarà impossibile!)
  4. se si vuole animare qualcosa, semplice o complesso che sia, questo qualcosa deve stare INTERAMENTE dentro al frame di riferimento, altrimenti non riusciamo
  5. CTRL+D è probabilmente la scorciatoia da tastiera più utile: duplica l’elemento, qualunque esso sia (testo, immagine, frame, grafico, freccia…)
  6. lo strumento “my collection” è molto utile per replicare elementi (anche complessi, nel senso di fatti di molti elementi separati) tra diverse presentazioni senza doverli ri-creare da zero
  7. personalmente continuo a preferire di non usare prezi desktop per poi uploadare su prezi.com la presentazione, e lavoro direttamente online (ma questo è sicuramente sindacabile 🙂 🙂 🙂 )

 

Inoltre, se l’obiettivo alla fine è di scaricare in locale la presentazione perché vogliamo (o dobbiamo) usarla offline, aggiungo anche che:

  1. attenzione in generale a creare presentazioni troppo pesanti (come Mb), complesse e articolate
  2. attenzione ad avere troppe immagini molto pesanti inserite in presentazione: se abbiamo tante immagini sopra i 3-5mb l’una tende a incasinarsi (e a non funzionare!) il file zip con la presentazione
  3. a maggior ragione attenzione ai video troppo pesanti inseriti in presentazione (e qui parlo dei video uploadati direttamente su prezi, quelli embeddati da youtube non contano)
  4. e a proposito di video embeddati da youtube ricordarsi che se li usiamo, per vederli è per forza necessaria la connessione internet !

Finalmente grassetto e corsivo in prezi!

PreziTra le cose che “non-è-fondamentale-ma-non-ci-credo-che-non-si-possa-fare” in prezi 😉 c’era la questione che fino ad ora non era possibile formattare il testo nelle presentazioni in grassetto e corsivo.

Certo, si poteva aggirare il limite ingegnandosi con soluzioni alternative, tipo utilizzare colori diversi per singole parole da evidenziare… ma un po’ per l’abitudine al grassetto/corsivo di Word & simili, un po’ per una diversa efficacia, la mancanza di grassetto/corsivo in prezi è sempre stata un limite, un ostacolo, un fastidio…

Ed ecco che stasera leggo un post su prezi support in cui si dice che finalmente grassetto e corsivo arrivano in prezi! E’ stata modificata la barra che si trova sopra il riquadro di modifica del testo in fase di editing, con l’inserimento dei due nuovi tasti “B” e “I“:

barra di modifica testo in prezi

Finalmente! ….Benvenuti b-e-i !!!! 🙂

Guida a prezi, aggiornata settembre 2013

PreziE’ un po’ che non scrivo, ma ci sono! Sono solo molto preso da vari impegni. 🙂

Intanto: ho aggiornato la mia guida gratuita a prezi in italiano, con le modifiche apportate negli ultimi mesi all’area di lavoro e agli strumenti.

La guida è consultabile e scaricabile come sempre gratuitamente da slideshare: http://slidesha.re/prezi-ita

 

Inserire una presentazione prezi in un sito joomla

Inserire prezi in sito JoomlaTempo fa avevo descritto come inserire una presentazione fatta con prezi in un blog realizzato su WordPress (qui l’articolo in questione).

Stavolta invece vediamo come inserire una presentazione prezi in un sito realizzato con joomla.

Joomla è uno dei cms più famosi e utilizzati oggi per creare siti, ed ha un gran numero di plugin gratuiti per estenderne capacità e possibilità. Tuttavia, fino a poco tempo fa, non c’era un plugin dedicato specificamente ai file di prezi e si dovevano usare stratagemmi non sempre funzionanti per poterli embeddare nelle pagine…
Ora invece finalmente c’è il plugin dedicato. 🙂

Il plugin in questione lo trovate qui: http://extensions.joomla.org/extensions/social-web/social-display/documents-cloud-based/24318 (se il link diretto non fosse più valido cercate PreziHM su http://extensions.joomla.org/ – il sito di chi ha sviluppato il plugin è invece http://www.hypermodern.org/index.php/joomla-extensions/prezihm)

Una volta installato il plugin nel nostro sito basato su joomla (nel back office di amministrazione del sito, da Estensioni > Gestione estensioni), ricordiamoci anzitutto di abilitarlo (da Estensioni > Plugins).
Dopodiché nella pagina dove vogliamo far comparire la presentazione prezi andiamo a inserire il codice:

[prezihm]url della presentazione prezi[/prezihm]

(attenzione, non in modalità editor html, ma proprio come se stessimo inserendo del normalissimo testo qualunque nella pagina)

Nota importante: l’url della presentazione prezi da inserire NON è l’indirizzo della pagina su prezi.com da cui accediamo alla presentazione ma quello che si ottiene cliccando su Tasto 'share' sotto la presentazionesotto la presentazione:

url da inserire in joomla per inserire la presentazione prezi

Per vedere un esempio del plugin prezi funzionante in un sito basato su joomla, andate a questa pagina del mio sito lorenzoamadei.it dove ho appunto inserito una presentazione fatta con prezi.

Nella schermata di gestione del plugin sono preimpostabili alcuni aspetti (dimensione standard del riquadro della presentazione, libertà di movimento nella presentazione etc…), ma di base è sufficiente installarlo e inserire nella pagina desiderata il codice suindicato (lo shortcode [prezihm]…[/prezihm] ) e siamo a posto.