Applicazioni interessanti per le pagine in Facebook

Le pagine in Facebook (intendo le pagine aziendali o brand pages) possono essere migliorate, in termini di efficacia e di capacità di comunicazione con gli utenti, aggiungendo al loro interno delle applicazioni.
Il problema, però, è che su Facebook di applicazioni ce ne sono migliaia, e può essere quindi molto complicato capire quali applicazioni siano veramente utili, cosa valga la pena aggiungere, di quali applicazioni ci si possa fidare… In effetti anche per uno stesso scopo (ad esempio importare i tweet) ci sono molte applicazioni “concorrenti” che sembrano fare la stessa cosa… Come si fa allora?

Un articolo apparso qualche settimana fa su mashable (http://mashable.com/2011/11/06/facebook-apps-business/) suggerisce proprio 4 applicazioni da aggiungere alla propria pagina. Vediamole:

1. Tweets to Pages – crea un tab che mostra automaticamente i propri tweet all’interno della pagina in Facebook. A proposito di questa possibilità ci sono pareri molto discordanti: è corretto ed efficace oppure no collegare automaticamente Facebook e Twitter? Da un lato mostrare i tweet in Facebook consente agli utenti di quest’ultimo di scoprire che l’azienda (o il proprietario della pagina) ha un account anche su Twitter e quindi magari di decidere di seguirla anche di là. Inoltre Facebook ha sicuramente una platea di utenti maggiore di Twitter, quindi in questo modo i tweet raggiungono un numero di destinatari molto superiore che non solo attraverso Twitter. Dall’altro lato, tuttavia, si tratta di strumenti molto diversi e con logiche di comunicazioni differenti (e quindi i tweet scritti bene per Twitter non sono per forza post efficaci in Facebook, anzi); inoltre si corre il rischio che utenti di entrambi i social network ricevano i messaggi due volte (prima via Twitter e poi via Facebook) e questo li infastidisca. Mah… Probabilmente la decisione migliore sarebbe di pubblicare in FB solo alcuni dei tweet, selezionandoli in base alla loro natura e pertinenza con Facebook (ad esempio se lanciano/rilanciano discussioni). Ma allora, usando applicazioni “automatiche” tipo questa Tweets to Pages, occorre impostare bene filtri e parametri di ricerca.

2. Static HTML: iframe tabs – utile per creare landing pages / welcome tab o tab aggiuntivi all’interno delle pagine. Ad esempio si può personalizzare la pagina cui accedono gli utenti, creando pagine diverse per chi è fan e per chi non lo è (per invitare questi ultimi a cliccare su “I like”), oppure può essere utile per dare visibilità a iniziative, concorsi o eventi… Insomma uno strumento per aggiungere riquadri html completamente personalizzati al contenuto altrimenti strutturato delle pagine Facebook.

3. ContactMe – aggiunge un form di contatto alle pagine Facebook. Visto che uno degli obiettivi delle pagine aziendali in Facebook è interagire con gli utenti e cercare un contatto diretto, e visto che spesso gli utenti si lamentano che invece via Facebook è difficile contattare direttamente le aziende, aggiungere un form di contatto direttamente nella pagina può essere una mossa azzeccata.

4. RSS Graffiti – importa automaticamente il contenuto di feed RSS esterni nella pagina Facebook. Utile per dare automaticamente visibilità ad esempio agli aggiornamenti del sito aziendale o del blog aziendale (posto che questi ultimi abbiano producano il feed RSS ovviamente). Anche qui, sull’opportunità di impostare questo tipo di automatismi si può discutere: tuttavia, a differenza dell’importazione automatica da Twitter di cui dicevamo prima, in questo caso è più evidente l’effetto amplificazione ed è decisamente minore il timore per duplicazioni e fastidi nell’utente. Rimane la necessità di una attenta configurazione dello strumento (quanto spesso deve pubblicare – aggiornamenti troppo frequenti rischiano di saturare la pagina aziendale e la bacheca dell’utente con effetti molto negativi, come ci è stato confermato anche dalla ricerca “Cosa vogliono gli utenti dalle pagine aziendali in Facebook?” – quale “formattazione” devono avere i post, ecc).
Aggiungo che di recente, sia per RSS Graffiti che per altri analoghi servizi di feed-posting automatico, si sono riscontrati dei problemi, nel senso che i post importati da queste applicazioni appaiono correttamente nelle pagine aziendali, ma non vengono automaticamente visualizzati nelle bacheche dei fan (che li vedono solo andando nella pagina), e questo a seguito di modifiche apportate da Facebook alle sue logiche di pubblicazione. Il che toglie parecchia efficacia a questo tipo di strumenti!

Naturalmente, come dicevo all’inizio, ci sono molte altre applicazioni che si possono aggiungere nelle pagine aziendali: ad esempio, come per Twitter, ci sono analoghe applicazioni per importare e pubblicare da Slideshare o Youtube (ce ne sono molte di simili).
Credo che aggiungerne troppe alla fine sia dannoso: si creano troppe tab, troppi automatismi alla fine si rivelano controproducenti, si perde la gestione “vera” della pagina perché si conta troppo su questi meccanismi di auto-condivisione. Tuttavia, scegliendo con accuratezza e configurando altrettanto attentamente le applicazioni si possono, in effetti, ottenere risultati positivi e arricchire la pagina a vantaggio anche dell’esperienza dell’utente.

Ci sono altre applicazioni che usate nelle pagine Facebook e che vi hanno dato risultati positivi?

Questa voce è stata pubblicata in Social network, web 2.0 e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Applicazioni interessanti per le pagine in Facebook

  1. Sandro ha detto:

    C’è modo di risolvere o un’alternativa per il problema della non visualizzazione dei post ai fan della pagina attraverso i feed?

    Mi piace

    • Lorenzo Amadei ha detto:

      Buongiorno Sandro,

      sì e no🙂
      Ho appena ri-controllato per scrupolo (visto i cambamenti che periodicamente Facebook introduce) nei siti di RSS Graffiti e di Hootsuite – le due principali applicazioni usate per postare feed RSS nelle pagine aziendali in Facebook.
      Loro dicono che i loro post hanno lo stesso peso di quelli inseriti “manualmente” nella pagina e che sono mostrati nelle pagine dei fan con la stessa logica (vedi ad es. http://www.rssgraffiti.com/?faqs=why-arent-my-posts-appearing-in-the-news-feed), la logica di Edgerank score di Facebook. Per cui suggeriscono: cerca di aumentare l’interesse e l’interazione dei fan nella tua pagina per far sì che più post della tua pagina – inclusi quelli da RSS – siano mostrati ai fan… Mah…
      Quindi “sì” sembrerebbe possibile, aumentando l’interazione e l’interesse verso la propria pagina, e “no” non c’è un metodo unico-totale-definitivo-risolutivo.
      Sembra dipendere tutto dall’Edgerank score che è la logica alla base di FB per cui anche i normali post di una pagina non appaiono a tutti i fan, ma solo ad una percentuale (indicativamente intorno al 10-12%, ma è una stima mia, in base alle pagine che gestisco). La soluzione per aumentare la visibilità dei post è la loro “promozione” (a pagamento), però non è la stessa cosa che cercavi tu e comunque… è a pagamento!

      Se trovo altre info le posto qui. Al momento direi che la situazione è questa.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...